ARTICOLI,  NOVITA'

Ripartire con il piede giusto… tornare in coppia con la giusta prospettiva!

Copyright© All rights reserved

Che tu sia single ormai, da un po’ o che tu voglia rimetterti in gioco dopo una relazione chiusa da poco, prova a considerare il periodo che stai vivendo come ricco di opportunità.

Eccoti un piccolo manuale per i nuovi inizi.

 

Sappiamo che le storie passate di ognuno di noi hanno un grande peso nel determinare le persone verso cui ci orienteremo come futuri partner. Tendiamo, infatti, a ricercare sempre la stessa tipologia di persona.

Se l’hai notato, questa maggiore consapevolezza ti aiuterà ad aprirti a nuove relazioni e, soprattutto, a relazioni funzionali. Pensaci, hai in mano una grande opportunità: scegliere con chi instaurare una relazione!

 

Se sei un po’ scoraggiato dalle esperienze che hai avuto, magari vorresti sapere “come posso avere la giusta prospettiva?”, oppure “come dovrebbe essere una relazione che funziona?”

 

Iniziamo a capire come muoversi e come adottare una nuova prospettiva “relazionale”.

 

Come prima cosa: parti da te. Pensa a come vorresti che fosse la tua relazione e a tutte quelle caratteristiche che vorresti nella persona che ti sta a fianco. Crea la tua bussola relazionale! Il piede giusto per iniziare una nuova relazione è, infatti, rispettare la persona che si è. In questo modo potrai davvero avere la possibilità di approfondire la conoscenza con persone che valgono il tuo tempo e il tuo investimento emotivo.

 

Ricordati che ti stai aprendo a nuove possibilità.

Lasciati corteggiare e corteggia, rispettando quelli che sono i tempi dei nuovi inizi! Non correre e, allo stesso tempo, cerca di non negarti l’occasione di capire meglio. Sii leggero nelle nuove frequentazioni e divertiti, lasciandoti uno spazio per riflettere su cosa ti sta accadendo e valutare come stai in quella relazione.

 

La persona che hai davanti ti piace e tu le piaci. E adesso? Potrebbe venirti voglia di costruire una nuova relazione.

 

Che caratteristiche dovrebbe avere una relazione per poter funzionare?

  • Rispetto reciproco. Nelle relazioni “sane”, le persone parlano tra loro non debilitando, invalidando o sminuendo l’altro. Accettano che l’altro possa avere un’opinione diversa dalla propria (anche quando non la condividono) e mantengono i propri interessi, le proprie passioni e le proprie amicizie.
  • Fiducia.
  • Intesa sessuale.
  • Una buona comunicazione.
  • Percezione di stabilità e sicurezza. Ossia il pensarsi come coppia, la progettualità comune e il senso di base sicura.
  • Accettazione reciproca di ciò che esattamente si è. Si tratta di accettare l’altro ed essere accettati. Senza condizioni, nei pregi e nei difetti.
  • Gentilezza, affetto e apprezzamento. Una relazione sana, funzionale, che ha forti presupposti per durare nel tempo, non vede violenze, né offese di alcun tipo. Anche nei momenti più difficili.
  • Comprensione e compromessi. I partner si mettono l’uno nei panni dell’altro, con il tentativo di trovare un punto di incontro soddisfacente per entrambi.
  • Saper chiedere scusa. Ossia assumersi le proprie responsabilità, chiedendo scusa quando ci si accorge di aver sbagliato.
  • Creazione di significati condivisi. Una relazione funzionale è una relazione in cui i partner si impegnano ad incrementare il senso del “noi”. Si tratta di un lavoro profondo, basato sulla condivisione di tutto ciò che crea e rinforza un legame affettivo, e che va alimentato costantemente nel tempo.
  • Capacità di perdonare. Ci sono situazioni in cui il perdono (di per sé difficile da concedere) rappresenta un punto di partenza. Certo, deve valerne la pena.
  • Impegno reciproco a prendersi cura l’uno dell’altro. Questo vale per i momenti belli e per quelli meno belli. È importante che ci sia il tentativo e l’impegno di mantenere, in qualsiasi situazione, un comportamento adeguato, che garantisca condizioni di equilibrio emotivo e stabilità nella coppia.
  • Spazio per la crescita reciproca. Non è realistico aspettarsi che due persone rimangano esattamente le stesse per mesi, anni e decenni di relazione. Speranze, paure, obiettivi e interessi si evolvono costantemente ed è fondamentale che i partner si concedano l’un l’altro lo spazio per crescere.

Buttarsi fa paura, ma, talvolta ne vale proprio la pena.

Ora sei pronto ad apprezzare il piacere della scelta e a goderti, finalmente, una tua relazione più funzionale!

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *